Welcome to Pyongyang. Benvenute anche
le scomode verità di Charlie Crane.

set 07, 2012 | Filed Under Look and Feel | Comments 2

A volte è l’obiettivo di un fotografo il più obiettivo di tutti, e il difficile lavoro di Charlie Crane pare infatti esserne l’esempio. Il londinese, dopo aver atteso per più di un anno il permesso di entrare a Pyongyang, capitale della Corea del Nord, con la propria macchina fotografica è riuscito a coglierne sfumature taglienti-.

Così Crane, con due guide che dovevano accompagnarlo in qualsiasi momento, per fotografare sotto la superficie ha dovuto fotografare la superficie stessa, ritraendo “ciò che loro vogliono farti vedere”. Ecco quindi una Pyongyang esattamente come il regime si aspetta che tu la (ri)conosca, per una serie di foto – diventate anche un libro – dove il tutto appare ordinato, le persone di plastica e la luce è fredda, formale. Una profonda immersione nella più parallela delle verità, specchi per bugie di un regime tanto autoritario quanto, ai nostri occhi, incomprensibile e davvero poco credibile.
.

Welcome to Pyongyang. Benvenute anche<Br> le scomode verità di Charlie Crane.
  • Lucio

    Incredibile ed agghiacciante…una realtà talmente artefatta da lasciare smarrita ogni umano tentativo di comprensione e contestualizzazione.
    Gli scatti rendono perfettamente agli occhi ciò che il regime vuole trasmettere, ma oltre agli occhi il cuore ne comprende il profondo.
    Quindi straordinari scatti in superficie che trasmettono ciò che non si può immortalare!

  • Marco T.

    Paradossale…così reali da sembrare irreali…lavoro molto interessante…